libri per bambini sulla diversità
Evidenza, Letture e Albo Illustrati

3 libri per bambini sulla diversità e l’accoglienza

Specialmente i bambini più piccoli talvolta faticano ad accogliere la diversità ed ecco perché scegliere dei libri per bambini sulla diversità e l’accoglienza è una buona strategia per affrontare l’argomento.

In questo articolo condividerò con voi i titoli di 3 libri per bambini sulla diversità, che vi consiglio di scegliere se avete in mente di affrontare questo argomento con i vostri bambini. In questi libri il messaggio della diversità è declinato nelle diverse sfumature della multiculturalità e della disabilità. I libri proposti consentono di costruire un dialogo importante per stimolare l’accoglienza e l’integrazione di tutti. Sono libri fatti molto bene, che consiglio vivamente per queste tematiche molto importanti. Iniziamo subito a vederli insieme:

3 libri per bambini sulla diversità e sull’accoglienza

Gli smei e gli smufi – Julia Donaldson

Un libro molto bello per spiegare come la diversità possa diventare una ricchezza, se viene accolta, è “Gli smei e gli smufi” di Julia Donaldson.

Questa storia in rima racconta le avventure di due gruppi diversi di piccoli mostri, che non riescono a integrarsi. L’amore tra due membri dei due gruppo, inizierà a far riflettere tutti gli altri sul fatto che la diversità è da accogliere e non da respingere. Il finale rappresenta un bel messaggio di unione e condivisione. Consiglio questo libro per affrontare il tema della diversità specialmente nella multiculturalità, con l’accettazione delle usanze e delle abitudini di ciascuno di noi. Ideale dai 3 anni.

Ecco dove acquistarlo: https://amzn.to/3nzTmiB

gli smei e gli smufi

Barnabus – Gallucci Editore

In un laboratorio vengono prodotti tanti animaletti, ma alcuni (giudicati difettosi) vengono scartati. Barnabus è un topo-elefante, giudicato imperfetto e per questo scartato e rinchiuso. Un giorno Barnabus prende in mano la sua vita e organizza una fuga, alla ricerca della libertà insieme a tutti gli altri animali “difettosi”.

Questo libro aiuta a spiegare ai bambini come il comportamento di escludere la diversità sia assolutamente sbagliato. La diversità è un’altra parte dell’essere ed in fondo tutti noi siamo diversi. Proprio per questo nessuno merita di essere isolato o “scartato”. Un libro dal tema importante, che aiuta ad affrontare l’argomento della diversità specialmente in riferimento alle disabilità. Ideale dai 4 anni.

Ecco dove acquistarlo: https://amzn.to/3ovvyxX

barnabus gallucci

Il muro – NuiNui Editore

Un Re, che da tempo era rinchiuso nel suo palazzo e non visitava più il suo regno, decise un giorno di uscire. Si accorse dunque, che il suo regno (in origine popolato solo da persone con il viso di colore blu) era diventato un miscuglio di persone dai mille colori. La sua reazione iniziale è di esclusione: decide subito di escludere tutti gli “stranieri”, facendo costruire un muro. Ma chi costruisce i muri, nel suo regno? I migliori muratori sono tutti “stranieri” dalla faccia rossa. E chi costruirà le strade del nuovo regno entro il muro? Chi invece realizzerà aiuole e giardini? In breve tempo il Re si accorge di quanto inutile e dannoso sia il nuovo muro e decide di abbatterlo in nome dell’accoglienza e dell’integrazione.

Questo libro è un ottimo punto di partenza per il tema della diversità nella multiculturalità. Abbattere le barriere del razzismo è compito di tutti noi (genitori o insegnanti) e si può iniziare a diffondere l’amore per l’accoglienza sin da piccoli.  Uno dei libri per bambini sulla diversità e sull’integrazione più belli che abbia mai letto. Ideale dai 5 anni.

Ecco dove acquistarlo: https://amzn.to/3saiss6

il muro nui nui

Io spero che questi libri per bambini sulla diversità vi siano utili per affrontare un tema importante come quello dell’integrazione e vi invito a condividere i vostri suggerimenti di lettura (o chiedere un consiglio) sul nostro gruppo Facebook “Mille libri per bambini”: GRUPPO FACEBOOK MILLE LIBRI PER BAMBINI

Un grande abbraccio e buona lettura a tutti,

Deborah