libri homeschooling
Letture e Albo Illustrati, Evidenza

Libri Homeschooling: quali consiglio di leggere

In questo articolo desidero consigliarvi i Libri Homeschooling che più mi hanno aiutato a motivare il percorso di istruzione parentale che ho intrapreso con grande soddisfazione per i miei bambini.

Oltre al confronto con altri genitori che fanno homeschooling (cosa che avviene con costanza), per me è stato molto importante “de-scolarizzarmi” informandomi personalmente. Ho iniziato a vedere l’apprendimento per quello che in Natura dovrebbe essere: un processo spontaneo e non condizionato da necessità di omologazione (che necessariamente la scuola realizza). Ovviamente all’inizio del mio percorso di homeschooling avevo anche io i miei dubbi (specialmente sulla libertà di apprendimento) e pensavo che la cosa migliore da fare fosse quella di seguire un programma ben definito.

Nel corso del tempo ho scoperto però che le pressioni non servono: i bambini imparano anche liberamente, purché vengano loro offerti stimoli e spunti d’apprendimento. Ed ecco i Libri Homeschooling che ho letto e che mi hanno aiutata a formare i miei pensieri.

Libri Homeschooling: ecco quali ho letto e vi consiglio

Non sono mai andato a scuola – Andrè Stern

Consiglio questo libro a tutti coloro che cercano una testimonianza diretta di un bambino (oggi adulto) che non è mai andato a scuola. Andrè Stern, compositore e musicista, è cresciuto nella libertà e nella fiducia che i suoi genitori hanno sempre riposto in lui. Ha imparato a inseguire i suoi interessi e coltivare le sue passioni, portandole avanti con grande dedizione.

banner non sono mai andato a scuola andre stern

Lasciateli giocare – Peter Gray

Questo libro illustra come il processo di apprendimento sia assolutamente libero e innato per ogni essere vivente. I bambini di oggi manifestano livelli di ansia e depressione molto più alti rispetto al passato. E questo perché non vengono lasciati liberi di giocare come un tempo. Al giorno d’oggi molti genitori ritengono che il gioco sia una perdita di tempo e tendono a disincentivarlo, a favore dello studio scolastico. Molti studi hanno però dimostrato che il gioco è un processo cognitivo molto più complesso di quel che appare, assolutamente propedeutico all’apprendimento. Attraverso il gioco i bambini apprendono, senza stress o pressioni. Con maggior tempo libero a loro disposizione, i bambini possono approfondire quel che è di loro interesse e seguire al meglio le loro passioni. Consiglio vivamente questo libero perché apre veramente la mente, verso un modo di imparare più autentico e a misura di bambino.

banner lasciateli giocare peter gray

Io imparo da solo: l’apprendimento spontaneo e la filosofia dell’unschooling – Elena Piffero

Anche questo libro mi è piaciuto moltissimo, per rinforzare le idee positive che mi ero fatta sull’unschooling conoscendo direttamente famiglie che lo praticano. Lo consiglio vivamente per approfondire varie tematiche relative all’istruzione parentale, specialmente per quel che riguarda la scelta di unschooling. In particolare, oltre ai riferimenti normativi, alle “giornate tipo” e all’esame annuale, vengono affrontati con chiarezza anche molti pregiudizi che ruotano attorno al mondo dell’istruzione parentale. Tra questi, la socializzazione (che per esperienza diretta, confermo essere molto più viva, ricca e libera rispetto a quella che avverrebbe nell’intervallo scolastico), la capacità di inserirsi nella società degli homeschoolers, la capacità di apprendere degli homeschoolers ecc…

banner io imparo da solo elena piffero

Io spero di esservi stata utile e vi mando un grande abbraccio.

Ricordatevi sempre che “il dubbio è l’inizio della conoscenza” come diceva Cartesio.

Non abbiate timore, informatevi e formatevi, per affrontare questa scelta che cambierà certamente la vostra esistenza ed il modo di intendere tutto ciò che caratterizza la vita quotidiana.

A presto,

Deborah